Il mio 2013, costellato da tante letture incomplete (piluccare qui e là è un diritto del lettore, come insegna Daniel Pennac). Di seguito, invece, i libri che ho concluso, letti fino alla fine. Spero possano essere per voi un buon consiglio letterario. Non sono in ordine di cronologia né di importanza.

1) Mabel dice sì, di Luca Ricci
2) La persecuzione del rigorista, di Luca Ricci
3) La preda, di Irene Nermirovsky
4) Il ballo, di Irene Nemirovsky
5) Una pedina sulla scacchiera, di Irene Nemirovsky
6) Il Compagno, di Cesare Pavese
7) Un amore, di Dino Buzzati
8) La festa dell’insignificanza, di Milan Kundera
9) Invito a una decapitazione, di Vladimir Nabokov
10) La pietra lunare, di Tommaso Landolfi
11) La ragazza perduta, di Salvatore Mannuzzu
12) Cosmopolis, Don De Lillo
13) Cuore Cavo, di Viola di Grado
14) Mia suocera beve, di Diego De Silva
15) La donna di scorta, di Diego De Silva
16) Sono contrario alle emozioni, di Diego De Silva
17) Mancarsi, di Diego De Silva
18) Clic! Grillo, Casaleggio e la demagogia elettronica, di Alessandro Dal Lago